Bolletta del gas meno cara del -7% da Aprile 2013

Bolletta del gas meno cara del -7% ad Aprile 2013Finalmente buone notizie per la Nostra economia in crisi.

La bolletta del gas subirà un discreto calo, di circa 6-7% , a partire da Aprile 2013.

La notizia viene dall’Autorità dell’energia, a causa di un nuovo aggiornamento tariffario.

In realtà, si tratta di un effetto dovuto a

una maggiore concorrenza.

I mercati all’ingrosso riusciranno ad  avvicinare i prezzi italiani ai prezzi della zona UE.

I prezzi infatti non saranno più a lungo termine ma ‘spot‘.

Enel, l’estate scorsa, fece un’importante riunione in cui si discuteva proprio di questo nuovo tipo di concorrenza, e delle difficoltà che avrà a garantire un livello di scorte sufficienti per il mercato italiano.

Il mercato ‘spot’ infatti diminuirà drasticamente le scorte di gas.

Si calcola che il risparmio annuo per ogni famiglia potrebbe essere intorno ai 90 Euro.

Bolletta del gas meno cara del -7% da Aprile 2013ultima modifica: 2013-01-19T21:24:00+01:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Bolletta del gas meno cara del -7% da Aprile 2013

  1. Massimo: dovrebbe essere proprio così, questa estate, come scritto abbiamo ascoltato in diretta una importante riunione dei vertici Enel che discutevano proprio di questo fatto.
    Uno degli amministratori lo portava proprio come problema : il mercato dell’energia in forma ‘spot’ che ormai da anni si è affermato in tutta Europa, significherà che non si compreranno più enormi quantitativi di gas ( che si chiamano RISERVE STRATEGICHE) e che servono proprio nel caso in cui ci fossero periodi di grande richiesta, ad esempio che so, un paio di settimane di temperature sotto lo zero in tutta Italia, comporterebbero un enorme richiesta di gas.
    Dall’inverno 2013-14 non essendoci più queste grandi riserve potremmo rimanere senza gas, in pratica, in quanto il mercato ‘spot’ è molto variabile sia nei prezzi che nei quantitativi offerti…
    Se da un lato quindi ci sarà convenienza economica, in pratica rischiamo di rimanere senza gas.

Lascia un commento