Aumenta il prezzo del cibo in tutto il mondo (+15%) per la siccità é Agflazione

Aumenta il prezzo del cibo in tutto il mondoIl prezzo del cibo aumenterà del 15% in tutto il mondo nei prossimi mesi, a causa della siccità del 2012, lo dice la FAO, ormai è Agflazione globale.

Agflazione é un termine per definire l’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari.

Le recenti crisi di siccità nei granai del mondo: Usa, Russia e Sudamerica si ripercuoteranno nei prossimi mesi nel prezzo dei cereali, materie prime per pane, primi piatti, ma specialmente per mangime per animali, il che corrisponderà ad un aumento dei prezzi della carne, uova e latticini.

Purtroppo questo nuovo problema per l’economia mondiale arriva in un momento in cui l’Italia sta già attraversando la più grave crisi economica dalla fondazione della Repubblica.

Ecco un vecchio articolo, scritto da Noi nel 2007 circa l’Agflazione, per capire un pò meglio, al di là della notizia sulla siccità:

L’AGFLAZIONE è un parolone coniato dai sapientoni di una società di analisi finanziarie (Merryl Lynch), fra le più influenti del pianeta: è l’unione di due parole: Agricoltura e Inflazione.

Come la staglfazione è stata un incubo per i governi occidentali dagli anni settanta agli anni ’90, così l’Agflazione sarà l’incubo di risparmiatori e governi dei primi decenni del duemila.

Con l’entrata nel mercato mondiale di due miliardi di abitanti della “CIndia” , altra terribile parola per indicare Cina ed India, fra i paesi emergenti, considerato dagli economisti una specie di nuovo continente economico a sè, i consumatori di questi paesi non si accontentano più del solito pugno di riso, ma ora mangiano pane, pasta, cereali e le loro economie emergenti consumano petrolio e da quando si è capito che con certi tipi di cereali si può fare la benzina (vedi tesina sul biodiesel) i prezzi delle farine di cereali sono aumentati di una media del 300% per il fatto che i soli produttori statunitensi di benzina derivata da cereali fanno l’incetta di 1/5 delle produzioni mondiali di cereali.

Quindi ecco l’Agflazione: un aumento vertiginoso del prezzo di farine e  prodotti alimentari derivati come carne di allevamento, pesce di allevamento ma anche pasta, dolci, insomma tutto quello che si fa con i cereali dal pane al mangime per animali.

Si pensi un poco quello che sta per accadere alle popolazioni già affamate:

  1. una strage  
  2. un ‘esodo finale’ verso i paesi più ricchi?
  3. rivoluzioni?

Potremo essere di fronte alla più grande delle ‘carestie alimentari‘ che memoria d’uomo ricordi, e se c’è una cosa che ha sempre scatenato rivolte, guerre, migrazioni di massa e rivoluzioni quella è stata la fame, uno dei più grandi incubi per l’uomo.

Da queste visioni catastrofiche speriamo di starne lontano, certo, dopo un primo momento di stupore i grandi gruppi finanziari ed industriali inizieranno finalmente a fare investimenti sulle energie alternative, unica grande via di salvezza e senza conseguenze negative a questo tipo di nefande possibili consegunze.

E’ solo di pochissimi giorni fà la notizia che Google spenderà decine di milioni di dollari nella ricerca e sviluppo di energie rinnovabili.

Per fortuna i grandi gruppi finanziari ed imprenditoriali non sono tutti ‘imperi del male’ come la letteratura popolare ama descriverli, ma, anzi, proprio per avere profitti maggiori e sicuri, puntano sul benessere dell’uomo invece che sul Suo malessere, in special modo con un economia globale come c’è ora: le ‘manovre finanziarie’ e i grandi investimenti sono come lanciare un boomerang: prima o poi ritornano : quindi meglio lanciare idee e prodotti che aiutano lo sviluppo e il benessere dell’umanità invece che deprimerla.

L’ultimo esempio della guerra in Iraq è emblematico: Ormai l'”economia di guerra” non porta più ad un grande sviluppo industriale ed economico, ma ad uno scontento generale che si ritorce contro chi la promuove.  

Anche in questo caso bisogna puntare sull’ottimismo “think positive” e sul buonsenso dell’essere umano: i catastrofismi e i secolarismi vanno bene per vendere i giornali, ma poi la realtà deve essere diversa…

Aumenta il prezzo del cibo in tutto il mondo (+15%) per la siccità é Agflazioneultima modifica: 2012-10-23T14:58:44+02:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Aumenta il prezzo del cibo in tutto il mondo (+15%) per la siccità é Agflazione

  1. Pingback: Perchè il prezzo del petrolio é in discesa | Economia Italiana

Lascia un commento