Economia Italia si sposta

Questo blog si é spostato IN MODO PERMANENTE qui: ECONOMIA ITALIA

Potrete continuare a seguire notizie di economia che interessano direttamente il consumatore.

L’ economia italiana è la 3a più grande economia nazionale nella zona euro , l’ ottava più grande del PIL nominale nel mondo e la 12a più grande del PIL (PPP) . L’Italia ha una grande economia avanzata e è un membro fondatore dell’Unione Europea , dell’Eurozona , dell’OCSE , del G7 e del G20 . L’Italia è l’ ottavo esportatore al mondo con $ 514 miliardi esportati nel 2016. I suoi legami commerciali più stretti sono con gli altri paesi dell’Unione Europea, con il quale gestisce circa il 59% del suo commercio totale. I maggiori partner commerciali , in ordine di quota di mercato, sono Germania (12,6%), Francia (11,1%), Stati Uniti (6,8%), Svizzera (5,7%), Regno Unito (4,7%) e Spagna (4,4%) .

Nel dopoguerra, l’Italia fu trasformata da un’economia agricola basata sulle conseguenze delle guerre mondiali , in una delle nazioni più avanzate del mondo e un paese leader nel commercio e nelle esportazioni mondiali . Secondo l’ Indice di sviluppo umano , il paese gode di uno standard di vita molto elevato e ha l’ottava qualità della vita più alta del mondo secondo The Economist . L’ Italia possiede la terza riserva d’oro del mondo , ed è il terzo contribuente netto al bilancio dell’Unione europea . Inoltre, la ricchezza privata del paese è una delle più grandi al mondo.

L’Italia è un grande produttore (nel complesso il secondo nell’UE dietro la Germania) e l’esportatore di una significativa varietà di prodotti tra cui macchinari , veicoli , prodotti farmaceutici , mobili , cibo , abbigliamento e robot . L’ Italia ha quindi un notevole surplus commerciale . Il paese è anche noto per il suo settore economico economico influente e innovativo, un settore agricolo laborioso e competitivo (l’Italia è il più grande produttore di vino del mondo), [26]e per il suo design creativo e di alta qualità per automobili , navali , industriali, elettrodomestici e moda . L’Italia è il più grande hub per i beni di lusso in Europa e il terzo hub di lusso a livello globale.

Nonostante questi importanti risultati, l’economia del paese oggi soffre di problemi strutturali e non strutturali. I tassi di crescita annuali sono stati spesso inferiori alla media UE, con l’Italia particolarmente colpita dalla recessione degli ultimi anni 2000 . La massiccia spesa pubblica dagli anni ’80 in poi ha prodotto un forte aumento del debito pubblico . Inoltre, il tenore di vita italiano presenta una considerevole divergenza Nord-Sud : il PIL medio pro capite nell’Italia settentrionale e centrale supera di gran lunga la media dell’UE, mentre alcune regioni e province dell’Italia meridionale sono drammaticamente inferiori. Negli ultimi anni, la crescita del PIL pro capite in Italia si è lentamente accresciuta con la media della zona euro , mentre il suo tasso di occupazione è ancora in ritardo; tuttavia, gli economisti contestano le cifre ufficiali a causa del gran numero di posti di lavoro informali (stimati tra il 10% e il 20% della forza lavoro ) che sollevano i tassi di inattività o di disoccupazione

Economia Italia si spostaultima modifica: 2013-11-21T11:28:26+01:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento