La Sardegna elimina l’IVA e diventa un paradiso fiscale tax free

La Sardegna elimina l'IVA e diventa tax freeTra poche settimane la Sardegna potrebbe dire addio all’Iva diventando a tutti gli effetti zona franca: tax free.

Con la delibera del Presidente della Regione, Ugo Cappellacci, e la comunicazione ufficiale inviata alla Commissione Europea, al Consiglio dei Ministri e alle Dogane, il territorio sardo ha dato una svolta epocale alla sua economia. “Entro il termine perentorio del 24 giugno 2013 – viene riportato nei documenti – ..la Regione Autonoma Sardegna ha stabilito l’attivazione del regime doganale di zona franca

Adesso infatti gli abitanti dell’isola stanno aspettando solamente la ratifica ufficiale ovvero il riconoscimento dalle Dogane per tagliare i prezzi e far sparire le accise sul carburante. Si tratta dello stesso documento che è stato rilasciato al Comune di Portoscuso, diventato zona franca alcuni mesi fa.

Che cosa ha spinto la Regione a deliberare Sardegna “territorio tax free”? La crisi economica che ha immobilizzato i consumi, il turismo e l’edilizia.

Sfruttando il Trattato di Lisbona e il Decreto legislativo 75 del 1998 che permette alle Regioni a Statuto speciale di diventare “zona franca” al pari di Livigno o Campione d’Italia, 240 amministrazioni comunali sarde hanno deliberato in sede di consiglio comunale la loro volontà a trasformarsi in piccoli “paradisi fiscali”. E la delibera regionale del 7 febbraio non è stato che una conseguenza naturale della “rivoluzione pacifica dei comuni sardi”.

 

Molti imprenditori sperano che questa delibera diventi presto legge e che la Sardegna diventi uno di quei paradisi fiscali come tante isole nel mondo. In un’isola così depressa economicamente sarebbe un vero e proprio toccasana, e anche tutta l’Italia ne gioverebbe. Pensiamo solo quanti imprenditori dall’estero sposterebbero qui ed investirebbero qui i loro capitali.

La Sardegna é un’isola meravigliosa che potrebbe trovare un gran giovamento da questa idea.

Staremo a vedere come va a finire, anche se attuare questa idea sembra piuttosto difficile, e si sa, in campagna elettorale se ne dicono tante…

Fonte: news.panorama.it

La Sardegna elimina l’IVA e diventa un paradiso fiscale tax freeultima modifica: 2013-02-23T16:17:00+01:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

11 pensieri su “La Sardegna elimina l’IVA e diventa un paradiso fiscale tax free

  1. davvero curiosa come notizia,onestamente non credo che potrà avvenire realmente.
    Io invece abolirei regioni e provincie a statuto speciale e autonome, o comunque andrebbero riviste e riorganizzate, alcune situazioni sono molto cambiate come del resto tutto il paese ed io sarei dell’idea di riparlarne. Ma è solo un mio parere. Oppure potremmo annettere il mio paesino al Trentino, allora starebbe bene anche a me ^^ in modo chiaramente opportunistico, come tutto Italia, ognuno pensa al suo orticello … o no? ciao ciao!

  2. Questa notizia è una grande bufala pubblicata da Panorama come spot elettorale per Cappellacci che ha fatto adottare dalla sua Giunta una delibera che Bruxelles accoglierà con una pernacchia perchè non ha alcun valore giuridico ma è solo una di quelle delibere “di auspicio” che non costano niente. In secondo luogo la giornalista che ha scritto su panorama che Portoscuso da alcuni mesi ha la zona franca e un litro di benzina lì costa meno di un litro d’acqua vada a rifornire a Portoscuso e vedrà. Bastava che leggesse sulla Home page del Comune di Portoscuso che in riferimento alla Delibera del Consiglio comunale che postula la istituzione della zona franca a Portoscuso “…….la procedura è in corso per ….” per capire che in corso per….significa che attualmente, contrariamento a quanto ha scritto, non è vigente alcuna zona franca e la benzina costa come nelle altre parti della Sardegna …

  3. beh, allora facciamo così anche in lombardia e in tutte le altre regioni. e ognuno paga i conti propri, tutti. federalismo perfetto. se poi occorre chiedere il permesso all’europa di bruxelles allora diciamo pure che l’italia è finita.
    chiediamo scusa ai caduti della guerra 15-18, che si sono fatti ammazzare per niente, e AMEN.

  4. la scoperta dell’acqua calda: se per rinascere è sufficiente non pagare tasse, e non stento a crederlo viste le aliquiote, allora valga per tutti e ovunque!
    la sardegna si paga i traghetti, l’energia, le scuole, le pensioni… tutto. senza NESSUN CONTRIBUTO DI NESSUN GENERE. e così tutte le altre regioni.
    poi vediamo.

Lascia un commento