Gli stipendi dei dipendenti statali calano dopo 30 anni

Gli stipendi degli statali calano dopo 30 anniE’ la prima volta dopo 30 anni di continui aumenti: gli stipendi complessivi degli statali sono stati nel 2011 di 170 miliardi di euro, cioè -1,6% rispetto il 2010.

Per il 2012 è previsto un ulteriore calo del 2,3% che poterà la spesa per gli stipendi dei dipendenti statali fino a 165 miliardi ( circa).

Questo è stato possibile grazie al blocco dei contratti e i vincoli al turn-over che stabiliscono che si possa assumere nel limite del 20% del personale uscito e della spesa per questo personale.

Di fatto le retribuzioni sarebbero diminuite dell’8%, secondo quanto  ha detto il Presidente dell’Aran.

Il nostro compito – ha detto il presidente dell’Aran, (Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni) Sergio Gasparrini – è stato svolto. Il dimagrimento c’è stato e un ulteriore parte ci sarà nel 2013. Ora dobbiamo guardare alla qualità della spesa.”

Ricordiamo che nel bilancio dello Stato italiano, una delle spese più grandi è proprio quella per la Pubblica Amministrazione.

Gli stipendi dei dipendenti statali calano dopo 30 anniultima modifica: 2013-04-09T18:26:29+02:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento